Varese, i laghi e i siti Unesco

Varese, i laghi e i siti Unesco

Il territorio di Varese, nell’area orientale rispetto al Lago Maggiore, vanta numerose bellezze e particolari elementi distintivi. Innanzitutto è un paesaggio ricco d’acqua e con tanto verde. Il varesino si estende infatti dai piedi delle Prealpi verso la pianura, comprendendo una serie di laghi di diverse dimensioni: dal Lago di Varese al Lago di Monate, al Comabbio.

Numerosi sono inoltre i corsi d’acqua, tra fiumi e torrenti, che solcano il territorio: Olona, Ticino e Tresa, giusto per fare i nomi più importanti. La particolare morfologia del territorio crea piccole ed ampie vallate, fra le quali la Val Veddasca, la Dumentina, la Valcuvia, la Valtravaglia, la Valganna, la Marchirolo e la Valceresio. Paesaggi naturali stupendi da esplorare in bici, scoprendo anche le tante ville con giardini disseminate qua e là.

Ma le attrazioni del varesino non finiscono assolutamente qui. Stiamo infatti parlando di una provincia con diversi Siti protetti; in particolare sono presenti ben quattro Patrimoni Unesco. Monte San Giorgio, importantissima testimonianza dell’evoluzione della Terra, grazie alle migliaia di resti fossili ritrovati. Il Sacro Monte – uno dei nove presenti fra Piemonte e Lombardia – con le 14 splendide cappelle votive che conducono il visitatore fino al santuario. Il sito palafitticolo facente parte del più ampio complesso de “Le palafitte dell’Arco Alpino”. Ed infine il Castrum di Castelseprio, con le sue pareti dove è tuttora conservato uno dei più interessanti testi pittorici medioevali.

Detto ciò, merita sicuramente una visita anche la città di Varese, vera e propria “città giardino” grazie al Palazzo e ai giardini Estensi e al Parco di Villa Mirabello con i suoi alberi centenari. E ancora Villa Panza e tante altre importanti testimonianze tra storia ed arte.

Ovviamente il tour del varesino si può concludere tornando sulla costa orientale del Lago Maggiore, dove si trovano caratteristici borghi e importanti paesi da visitare, che si susseguono lungo la multiforme sponda lombarda del Verbano. Salendo da sud verso nord, si possono infatti vivere ed ammirare Angera, Ispra, Laveno Mombello, Luino e Maccagno.