Parchi del Ticino e del Lago Maggiore

Parchi del Ticino e del Lago Maggiore

Stiamo parlando di una delle aree più verdi d’Italia che attrae ogni anno numerosissimi turisti sia dall’Italia che dall’estero. Si tratta del territorio del Lago Maggiore che va ad unirsi al tratto piemontese del fiume Ticino. L’Ente di gestione delle aree protette del Ticino e del Lago Maggiore ha in gestione diversi parchi: il Parco naturale del Ticino, il Parco naturale dei Lagoni di Mercurago, la Riserva naturale dei Canneti di Dormelletto, la Riserva naturale di Fondo Toce e la Riserva naturale di Bosco Solivo.

Il Parco del Ticino si estende lungo il fiume omonimo, a cavallo tra Lombardia e Piemonte, offrendo un ambiente ideale in cui praticare escursioni in bicicletta, a cavallo o a piedi a stretto contatto con la natura. La fauna, sia acquatica sia terrestre, è ricchissima e variegata, così come molto varia è anche la flora. Il Parco del Ticino rappresenta anche un’occasione per fare qualche acquisto gastronomico direttamente presso le aziende locali che aderiscono al progetto di produzione controllata.

Su una collina verde poco distante da Arona, si trova il Parco naturale dei Lagoni di Mercurago, che comprende torbiere, boschi e pascoli dedicati all’allevamento di cavalli purosangue. Si può scegliere tra vari percorsi all’interno del parco, a seconda dei propri interessi. Il percorso delle zone umide segue quelle aree che rappresentano il cuore pulsante del Parco dei Lagoni, paludi e stagni in cui vivono rare specie di flora acquatica. Il percorso dei boschi conduce attraverso gli stupendi spazi boschivi, alla scoperta di flora e fauna.

Ancora differente è il percorso archeologico, che porta a visitare le due necropoli del parco, una di epoca golasecchiana e una di età romana. L’ultimo percorso è quello delle attività produttive, un itinerario che permette di vedere alcune aziende in cui si pratica l’allevamento equino, oltre a falegnamerie, aziende agricole, cascine e un allevamento di bovini da latte.

La Riserva naturale dei Canneti di Dormelletto rappresenta, insieme al canneto della Riserva di Fondo Toce, l’unica area a vegetazione spontanea sulla sponda occidentale del Lago Maggiore. La funzione dei canneti è quella di filtro delle acque del lago e di habitat per molte specie di pesci e uccelli acquatici.

Infine, la Riserva naturale di Bosco Solivo, una delle più grandi foreste comunali presenti nell’area del verbano e che va a integrare il sistema delle aree protette del Lago Maggiore, rappresenta una zona di pregevole interesse storico-culturale e naturalistico, soprattutto per le sue peculiarità di foresta planiziale: sopravvivono qui, infatti, ancora bellissime pinete di pino silvestre e zone di querco-betulleto e di castagneti secolari.