Il Lago Maggiore

Il Lago Maggiore

A cavallo tra Piemonte e Lombardia, con la parte più settentrionale nel Canton Ticino, il Lago Maggiore è uno dei laghi più belli d’Italia, vera perla storica e paesaggistica. Un territorio ricco di attrazioni, da esplorare a fondo per conoscerne i tanti aspetti e le bellezze nascoste.

Il Lago Maggiore è soprattutto un territorio vivo, ricco di storia e tradizioni – tutt’ora tramandate – che rendono i borghi e le località lungo le sponde mete di assoluto valore per un’esperienza di viaggio unica. Grandi soddisfazioni anche per gli amanti dello sport, sia in acqua – vela, canoa, sci nautico e attività subacquee – che lungo le coste e nel circondario, con trekking, mountain bike ed equitazione. Il tutto in un contesto naturale e paesaggistico di raro fascino.

I monti che circondano il Lago Maggiore a nord fanno da scudo, regalando un clima mite, con le colline e le valli tutto intorno che rappresentano una delle aree più verdi della penisola italiana. Una natura impetuosa che può essere ammirata dai tanti punti panoramici sul lago, come gli eremi, i santuari e i castelli affacciati sul grande bacino lacustre, chiamato anche Verbano.

Le sponde orientali del lago appartengono alla provincia di Varese, capoluogo lombardo che offre diverse attrattive culturali, come il Castello di Masnago e la Villa Mirabello. Tra le meraviglie della sponda lombarda figurano anche la Rocca di Angera e l’Eremo di Santa Caterina del Sasso.

Il Basso Lago Maggiore, piemontese, è invece compreso nel tratto che va da Belgirate a Castelletto Ticino e rappresenta la destinazione più adatta agli amanti dell’arte e della cultura. A Belgirate, infatti, si può visitare l’antica chiesa di Santa Maria, mentre una strada panoramica porta a Massino Visconti, dove sorge il santuario di San Salvatore. Tra le ville e le dimore storiche del territorio spiccano Villa Correnti a Lesa e Villa Faraggiana di Meina, mentre sulla punta del Lago Maggiore, sorge la città di Arona, la cui storia è legata ai Borromeo, come dimostra il Colosso di San Carlo Borromeo, una statua alta circa 36 metri ricoperta con lastre in rame. Avvicinatevi, perché qui vi aspetta una sorpresa: la sua corazza in muratura e metallo nasconde una scalinata interna che bisogna risalire, fino a giungere alla testa, da dove si gode un bel panorama sul lago.

Più a nord, lungo la sponda occidentale, si estende l’area del Golfo Borromeo, che va da Verbania a Stresa. Qui si trovano le perle che rendono il lago famoso in tutto il mondo, come le Isole Borromee, Baveno, Stresa punteggiate da maestose ville signorili e Verbania, dove sorge Villa Taranto, apprezzata per gli spettacolari giardini. E per gli amanti della natura incontaminata? C’è il Parco Nazionale della Val Grande, la più grande area wilderness dell’arco alpino.

Infine, l’Alto Lago Maggiore custodisce altre località da cartolina, come Cannobio e Cannero, che affacciano sui castelli di Cannero. Da non perdere, poi, una visita all’originale Museo del Cappello di Ghiffa e un’escursione al Sacro Monte della SS. Trinità di Ghiffa, patrimonio UNESCO in territorio piemontese con il Sacro Monte d’Orta e il Sacro Monte di Domodossola.